Pressa termoadesivatrice

pressa termoadesivatrice

La pressa termoadesivatrice è il macchinario che consente di fissare etichette, transfert e marchi identificativi su qualsiasi capo, sia esso di abbigliamento o destinato ad altri utilizzi. Sono diversi i modelli disponibili in commercio, dagli articoli per colli e camicie a quelli ad uso industriale, che funzionano con una potenza di pressione diversificata in base alle zone da riscaldare ed hanno dimensioni più estese. La struttura comprende un piano su cui disporre i capi, un coperchio che si alza e abbassa con una manopola, i comandi posti sul lato frontale o mediante pedali. I prodotti considerati migliori sono quelli che garantiscono un fissaggio ottimale, ottenuto nel minor tempo possibile, in virtù di un’elevata pressione e temperatura regolabile.

Pressa termoadesivatrice ad uso industriale

Si tratta di una macchina impiegata in ambito industriale; la sua alimentazione è solitamente compresa tra i 230 e 400 Volt, con una velocità di riscaldamento misurata in Hertz. Anche le presse termoadesivatrici sono state oggetto di evoluzioni e miglioramenti dal punto di vista tecnico; ai modelli semplici di prima generazione, con pressione limitata e una sola funzione di regolazione della temperatura, si sono aggiunti quelli con un piano di lavoro più esteso, una maggiore potenza e comandi diversificati. Grazie al timer e alle impostazioni di pressione computerizzati, le moderne presse termoadesivatrici permettono di ottenere risultati precisi e accurati, consentono una diminuzione di errori, quali bruciature o scollature, e si adattano anche a capi diversi da quelli di abbigliamento.

L’utilizzo della pressa termoadesivatrice non è solamente quello in ambito industriale, poiché tale sistema di etichettatura è impiegato anche in contesti quali comunità, alberghi e aziende che operano nel settore dell’automotive.
La pressa applica adesivi, etichette di riconoscimento e loghi in maniera affidabile ed ecologica, poiché sfrutta unicamente il calore generato dalla corrente elettrica e la pressione esercitata dal macchinario.  I capi mantengono inalterate le loro caratteristiche originarie, quali fibre e colori. Per un utilizzo versatile, è molto importante che la pressa termoadesivatrice preveda la regolazione della temperatura, che può essere manuale o computerizzata. Grazie al controllo del calore, il fissaggio termico è quello adatto allo specifico materiale da trattare: i tessuti più delicati possono essere trattati con la temperatura adatta, senza che si deteriorino.

Brevi conosce a fondo il settore dei macchinari per trattamenti domestici e professionali, e commercializza unicamente utensili di qualità. In particolare, le presse distribuite da Brevi sono realizzate in acciaio inossidabile, il quale è, per sua natura, repellente nei confronti della ruggine ed assicura durevolezza nel tempo e la medesima affidabilità nel corso degli anni. Inoltre, è fondamentale che le presse termoadesivatrici abbiano un ridotto consumo energetico, soprattutto se si considera un impiego continuato e intensivo. Un’elevata potenza, espressa in Hertz, consente di raggiungere molto rapidamente la temperatura di fissaggio desiderata, garantendo così un notevole risparmio, sotto diversi aspetti: tempistiche di lavoro e consumi energetici. Poiché il labelling è, ad oggi, sempre più importante, è indispensabile che le etichette siano apposte con la massima cura. Accade spesso che sia prevista l’applicazione di labels di differenti formati, misure e rifiniture, e pertanto è molto importante un macchinario versatile ed efficiente.

Brevi commercializza da anni dispositivi per la stiratura e la termoadesivatura di qualità: il modello più gettonato ha le dimensioni del piano di lavoro di 120 x 150 cm.
Per quanto riguarda la pressione, questa è di 500 g/cm2.
L’alimentazione prevede un voltaggio compreso tra 230 e 400, con una potenza di 50/60 Hz.
Altri dati tecnici includono una resistenza del piano pari a 7,3 chilogrammi; una pressione d’esercizio di 3kW, con un carico che può raggiungere i 500 chilogrammi.
Le dimensioni totali del tavolo sono di 55 cm x 74 cm x 83 cm, e tali da consentire un’ampia versatilità di utilizzo.

Benché il tavolo di lavoro raggiunga un’area piuttosto ampia, l’ingombro massimo del macchinario è compatto, con la zona dei comandi posta sulla parte frontale; questo elemento garantisce un’ottima praticità di lavoro, poiché sarà possibile manovrare la pressa con una mano e regolare la temperatura con l’altra. La spia di accensione indica lo stato di funzionamento del macchinario, che in questo modo è sempre sotto controllo, sia da parte di chi la sta utilizzando che dagli altri collaboratori presenti.

Pressa termoadesivatrice per termofissaggio con possibilità di regolazione della pressione, della temperatura e del tempo di pressione.

Dimensioni: 120 x 50 cm Pressione: 500 g/cm2

DATI TECNICI
Alimentazione 230 – 400 V / 50 – 60 Hz
Dimensioni Piano 1200×500 mm
Resistenza Piano 7,3 kg
Pressione D’esercizio 3,0 kW
Peso 0 ÷ 500 g/cm²
Dimensioni 1200x710x620 mm – Art.301/C 1200x740x1450 mm
Dimensioni Tavolo 550x740x830 mm