Piccola guida su come pulire ferro da stiro con caldaia

pulire-ferro-con-caldaia

Al giorno d’oggi il ferro da stiro con caldaia rappresenta una delle soluzioni più utilizzate in casa per stirare indumenti e biancheria. Tale apparecchio infatti è uno dei più richiesti dal momento che risulta essere senza dubbio molto efficace nello svolgere il suo lavoro.

Tuttavia, sebbene il ferro da stiro a caldaia possieda numerosi pregi, è bene ricordare che esso necessita di una manutenzione frequente affinché possa funzionare al meglio ed avere sempre prestazioni ottime. Molte persone pensano che questo tipo di elettrodomestico sia difficile da pulire, ma in realtà non è affatto così.
Tutto quello che occorre è seguire una serie di procedimenti semplici ma di fondamentale importanza. Uno dei lavori che bisogno effettuare con una certa regolarità è senza dubbio la pulizia della caldaia.

Quest’ultima infatti, se non pulita adeguatamente, può presentare del calcare che è non è certamente un alleato del ferro da stiro. Proprio per tale ragione esistono in commercio alcuni elettrodomestici dotati di un apposito sistema anticalcare. Tuttavia chi possiede un modello che ne è sprovvisto, dovrà provvedere da solo alla pulizia della caldaia del ferro da stiro. Per effettuare questa operazione in casa è necessario disporre di pochi semplici elementi che sono facilmente reperibili in qualsiasi supermercato o negozio specializzato in articoli per la casa.

 

Come pulire adeguatamente un ferro da stiro con caldaia

La prima operazione da fare quando si vuole pulire un ferro da stiro con caldaia consiste nel creare una miscela formata da due ingredienti molto semplici ma allo stesso tempo efficaci ovvero acqua e aceto bianco. È opportuno quindi munirsi di una ciotola o di un contenitore all’interno del quale verranno versati sia l’acqua che l’aceto nelle medesime quantità.

Dopo aver miscelato bene la soluzione bisogna versarla all’interno del serbatoio della caldaia. Successivamente bisogna accendere il ferro da stiro e attendere che la piastra si sia riscaldata bene (di solito bastano pochi minuti) e che il ferro da stiro possa emettere vapore. Quando l’elettrodomestico finalmente sarà pronto bisogna far uscire il vapore fino a quando quest’ultimo non si sarà esaurito e non uscirà più nulla.

Ultimata tale operazione bisogna staccare la spina del ferro e attendere che esso si raffreddi. Questo procedimento potrebbe variare a seconda dei modelli ma nella maggior parte dei casi bisognerà aspettare all’incirca dieci minuti. Quando finalmente il ferro da stiro si sarà raffreddato si può procedere svuotando interamente il serbatoio. Oltre all’acqua e all’aceto bianco si vedrà fuoriuscire anche tutto il calcare che si era accumulato all’interno della caldaia e che non permetteva il corretto funzionamento del ferro da stiro.

È bene ricordare inoltre che se l’apparecchio è molto datato è necessario ripetere tutti i passaggi almeno una o due volte dal momento che il calcare accumulato potrebbe essere molto di più. Tuttavia quando si ripeterà tutta l’operazione non è necessario utilizzare un’eccessiva quantità di aceto bianco ma soltanto una piccola parte.
Dopo aver terminato, il ferro da stiro con caldaia sarà come nuovo e potrà essere utilizzato nuovamente.

Share: