Come pulire il ferro da stiro

pulire-ferro-da-stiro

Metodi fai da te su come pulire il ferro da stiro

Il ferro da stiro è l’elettrodomestico per eccellenza che abbiamo tutti in casa e che viene usato almeno una volta a settimana.
E’ quindi molto facile che il ferro si sporchi per esempio scorrendo sulle stampe delle magliette o elementi di decoro, oppure il calcare va ad intasare i fori di rilascio del vapore e ne ostacola il corretto funzionamento, tutte che cose che comportano un sacco di fastidi.

Innanzitutto diventa più difficile stirare perché il ferro perde la sua scorrevolezza sui vestiti ed è più facile che rilasci macchie e aloni.
Ma nessuna paura, esistono tanti metodi fai da te per pulire il ferro da stiro e non avere problemi di questo tipo.
Le classiche “soluzioni della nonna che grazie all’utilizzo di rimedi naturali offrono un rimedio efficace contro i problemi della sporcizia del ferro da stiro.

Come pulire la piastra del ferro da stiro

La piastra metallica del ferro da stiro è la parte più soggetta alla sporcizia, che può essere per via della polvere, per i residui dei vestiti o per altri motivi.
Quindi deve esser fatta una manutenzione costante per fare in modo che duri a lungo nel tempo.
Il primo rimedio della nonna per riportarla come appena estratta dalla scatola è utilizzare una semplice soluzione di aceto.
Il processo è molto semplice. Si prende una piccola bacinella e la si riempie di acqua tiepida dove si aggiungono due cucchiai di sale e uno di aceto di vino bianco.

Si mescola il tutto a dovere, in modo da avere un liquido omogeneo e si raccoglie o con una spugnetta morbida oppure un panno in microfibra e dopo averlo stretto per bene si passa sulla piastra. Durante l’operazione è importante che il ferro sia a freddo.
Inoltre non si devono usare altri strumenti abrasivi che possano in qualche modo rovinare la superficie metallica. Questo rimedio naturale renderà infine la piastra molto lucente.

Un altro metodo molto utilizzato è quello di usare il bicarbonato invece del sale e dell’aceto.
Si prende una bacinella piccola e anche in questo caso si versa dell’acqua tiepida.
Dopodiché nella bacinella si immerge un cucchiaio di un bicarbonato bianco qualsiasi (quello usato in cucina andrà andrà benissimo), si mescola il tutto e si raccoglie con un panno ben strizzato.

Per quanto riguarda i residui più ostici si può mettere meno acqua nella bacinella in modo da creare una crema di acqua e bicarbonato da sfregare sulla macchia.
In questo tipo di miscela, inoltre, si potrebbe aggiungere o del limone o qualche goccia di essenza per rendere la piastra profumata.
Il rimedio con il bicarbonato ha il vantaggio di assorbire l’odore ed igienizzare il ferro da stiro.

Come pulire il serbatoio e gli erogatori

Solo perché sulla piastra lo sporco sia visibile non vuol dire che sia l’unico punto in cui si accumula, può succedere lo stesso anche all’interno del ferro.
Per stirare si usa l’acqua distillata proprio perché è priva di minerali che possano attaccarsi alle condutture e formare del calcare.
Tuttavia si può anche rimediare facilmente alla presenza del calcare.

Si prepara un mezzo litro di acqua distillata e si aggiungono due bicchieri di vino bianco.
Dopodiché si versa il liquido nel ferro e si lascia portare la miscela a ebollizione da emanare attraverso gli erogatori sotto forma di vapore.
Se dopo la prima passata il vapore continuerà ad emanare un forte odore di bicarbonato nessuna paura, basta fare una seconda passata solamente con l’acqua demineralizzata.

Share: